Ti trovi in: Home Page / News

PRIMAVERA, PASQUA, MAGGIO...

25/02/2020

Il linguaggio dei fiori

 
 
 
Ci stiamo avvicinando ad eventi molto attesi come la Primavera, la Pasqua, Maggio ...il mese delle rose e non solo.
Tra  questi avvenimenti c'è la mostra-mercato POLLICE VERDE che nella veste Open Air in piazza della Vittoria a Gorizia, offre non solo un colpo d'occhio favoloso, ma anche suggerimenti, consigli e idee per vestire la casa e la tavola di  colori, profumi e vita nuova.
 
 
Tra leggende, tradizioni e significati, ecco cosa rappresentano i fiori ...
 
 
 
Narciso: sboccia proprio nel periodo pasquale ed è tra i fiori primaverili più vivaci e allegri. Il narciso fu preso come simbolo della Pasqua nelle celebrazioni cristiane per la sua capacità di rappresentare la rinascita e l’auspicio di felicità e gioia promessa dalla Resurrezione di Cristo.
 
 
Tulipano: è tra i primi fiori primaverili a sbocciare e a portare l’annuncio della rinascita. Proprio per questa caratteristica il tulipano, soprattutto di colore giallo, è perfetto per bouquet o centrotavola per il giorno di Pasqua. E' il fiore simbolo dell’amore perfetto e della vita eterna.
 
 
Giglio: é uno dei simboli della Passione di Cristo. Il colore del giglio che meglio rappresenta questo momento è quello bianco, per ricordare il candore e la purezza del Salvatore.
 
 
Calla: anch'essa simbolo della Pasqua, per la sua forma caratteristica richiama la tromba della Resurrezione dell’Arcangelo Gabriele.
 
 
Orchidea: fiore di rara bellezza, viene associata alla Pasqua solo se di colore bianco e con macchie rosse che, secondo la tradizione, richiamano  il sangue di Cristo.
 
 
Garofano rosso: la leggenda narra che questo fiore sia nato dalle lacrime di dolore versate dalla Madonna per la morte di suo figlio Gesù.
 
 
Passiflora: comunemente chiamato fiore della passione, è un fiore di particolare bellezza e viene comunemente associato alla Pasqua proprio per la sua forma. I filamenti del fiore ricordano infatti la corona di spine di Cristo. 
 
 
Fiori di Ciliegio: non sono tradizionalmente legati alla Pasqua, ma i rami dei ciliegio si ricoprono dei loro fiori proprio in questo periodo. Impossibile resistere alla loro bellezza per augurare una buona Pasqua. Anche il ciliegio richiama in fondo la rinascita della natura e l’avvento della primavera.
 
 
Ulivo e Palma:sono le due vere piante simbolo della Pasqua. 
 
 
Giacinto: profumatissimo, con le sue diverse e vivacissime tonalità di colore rappresenta il gioco e il divertimento.
 
 
Camelia: bianca, rossa, rosa … simbolo di massima eleganza e raffinatezza, esprime attaccamento amoroso di lunga durata ed incarnano la protezione del giovane verso la propria amata.
 
 
 
Rosa: è il fiore da donare per eccellenza e ogni varietà porta con sé un messaggio diverso. Da secoli è il simbolo di amore, devozione, ammirazione, bellezza e perfezione. Simboleggia, inoltre, il segreto e lo svelare con delicatezza.
 
 
 
Rododendro: simbolo di eleganza, bellezza e protezione, in particolare della casa.
 
 
Azalea: simbolo della femminilità e della fortuna.
 
 
Gardenia: pianta delicata, caratterizzata da fiori con petali setosi e molto profumati. Tra i tanti significati di questa pianta: gioia, purezza e sincerità.
 
 
Fresia:  con il profumo dolce e penetrante delle corolle annuncia l’arrivo  della bella stagione. Adatte ad allestire con candele a forma di uovo un decorativo, originale ed alternativo centrotavola pasquale.
 
 
Lillà: fiore ideale in anfore o lunghi vasi e che nella varietà bianca ha il significato di purezza e verginità, mentre nel tipico colore viola ha il significato di amore nel suo stato essenziale.
 
 
 
Viola:  dona sempre un tocco di semplicità e naturalezza, con un significato unico: pensami.
 

Indietro