Ti trovi in: Home Page / News

PRESENTAZIONE TECNICA DEL PROGETTO “CAMPUS” AGLI ISTITUTI SCOLASTICI

27/01/2021

Si è svolto ieri, martedì 26 gennaio, un incontro, indetto dalla Camera di Commercio di Pordenone-Udine e da Udine e Gorizia Fiere Spa, con i Dirigenti, o loro delegati, degli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado udinesi per la presentazione del progetto tecnico di riconversione di alcune aree del quartiere fieristico di Torreano di Martignacco in un “campus scolastico”.

PRESENTAZIONE TECNICA DEL PROGETTO “CAMPUS” AGLI ISTITUTI SCOLASTICI
 
Si è svolto ieri, martedì 26 gennaio, un incontro, indetto dalla Camera di Commercio di Pordenone-Udine e da Udine e Gorizia Fiere Spa, con i Dirigenti, o loro delegati, degli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado udinesi per la presentazione del progetto tecnico di riconversione di alcune aree del quartiere fieristico di Torreano di Martignacco in un “campus scolastico”.
Dopo un’introduzione del Presidente della Camera di Commercio di Pordenone-Udine Giovanni Da Pozzo che ha confermato l’apprezzamento per la strategia avviata da Udine e Gorizia Fiere che punta a dare una multifunzionalità al quartiere fieristico,  l’Amministratore Unico di Udine e Gorizia Fiere Spa Lucio Gomiero ha illustrato il progetto di massima del “campus” che è stato studiato e definito anche sulla base di esperienze di recupero di spazi di archeologia industriale a destinazione scolastica avvenuti in altre città d’Europa, come  Rotterdam e Siviglia e, in Italia, a Reggio Emilia.
La vocazione dell’area fieristica udinese ben si presta a questa funzione, considerati i plus che contiene in termini di contesto ambientale unico e di inserimento in una macro zona in cui insistono un polo formativo, quale è la sede UniUD dei Rizzi, un polo sportivo-ricreativo, composto da Stadio,  Palasport e Parco ed un centro commerciale e di servizi come il Città Fiera. Il tutto con collegamenti viari urbani ad extraurbani di notevole accessibilità: vi sono già contatti con i gestori dei servizi di mobilità per studiare un’idonea implementazione e potenziamento degli stessi.
La nuova destinazione di parte delle aree della fiera è stata definita fin dal suo inizio con l’EDR udinese, con il quale da mesi il lavoro è molto intenso per arrivare a prevedere che , con l’avvio del nuovo anno scolastico, le nuove strutture siano già operative, pronte ad accogliere gli studenti ed i docenti, anche con standard di sicurezza anticontagio e con una progettazione che guardi al futuro in termini di fruizione degli spazi.
Ora si tratta di giungere alle intese definitive per procedere: i fondi sono già a disposizione e non resta che partire con i lavori. A tal fine si continua il lavoro con EDR, con gli assessorati regionali di competenza  e con le Istituzioni locali socie di Fiera.
 

Indietro